Come scegliere un buon zaino da trekking

La passione per la natura e la pratica delle escursioni sono due caratteristiche che accomunano un grande numero di persone. Per incominciare un’avventura nel modo più sicuro tutti i partecipanti devono munirsi di attrezzi e strumenti adeguati.

La scelta dello zaino da trekking

Scegliere un buono zaino da trekking permette di intraprendere il viaggio con la certezza e la tranquillità di avere tutti gli strumenti utili e necessari per ogni evenienza. Una scelta dello zaino da trekking ideale comporta la necessità di fare attenzione ad alcuni elementi fondamentali:

· La comodità; occorre scegliere uno zaino che permette una perfetta distribuzione del carico sulla schiena e sia quindi dotato di strutture esterne o interne e dalle proprietà rigide o semirigide che offrono la possibilità di distribuire il peso in modo omogeneo. Anche il fascione ventrale dello zaino costituito nelle versioni base da una sola cinghia è utile per aiutare a stabilizzare il peso complessivo in quanto una volta allacciato scarica parte di questo sulle anche alleggerendo così la schiena e le spalle.

· La dimensione; questa è valutata principalmente in base all’uso a cui è destinato lo zaino quindi se avremo in mente una semplice escursione giornaliera sarà più adatto alle nostre esigenze un piccolo zaino in grado di contenere il minimo indispensabile. Se invece il programma comprende una gita di vari giorni è ideale munirsi di uno zaino dotato di una capienza superiore ai 55 litri che sia in grado di contenere i vari cibi, il fornello, il sacco a pelo, la tenda e via dicendo. In questo caso lo zaino è composto di varie cinghie comprese quelle utilizzate per fissare i carichi esterni ed è caratterizzato da più cerniere che permettono di estrarre agevolmente ogni materiale dalla parte bassa o centrale senza aprire l’intero zaino.

· Il peso; è importante tenere conto che maggiore è il peso dello zaino e minore sarà la libertà di movimento quindi occorre selezionare il materiale che deve contenere, il volume dello zaino è generalmente espresso in litri e indica il limite della capienza disponibile. A determinare il peso concorrono il numero di tasche e di imbottiture, i materiali impiegati per la sua realizzazione e tutti gli accessori come copri zaino e cerniere. Per ottenere l’equilibrio ideale è richiesto che il peso dello zaino non sia superiore del 25% rispetto al peso di chi lo porta.

· Imbottitura di spallacci e schienale; gli spallacci non devono essere troppo spessi ma è importante che siano morbidi, ergonomici e composti da un materiale resistente che impedisca l’alterazione della loro forma nel tempo. Anche l’imbottitura dello schienale è importante e necessaria per fare in modo che oggetti posizionati all’interno dello zaino non arrechino fastidio ma bisogna considerare che anche un tipo di imbottitura molto spessa potrebbe incentivare troppo la sudorazione.

In commercio è possibile reperire diversi modelli di zaini da trekking adatti ad ogni specifico uso ed esigenza od ancora si possono trovare versioni particolari con accessori innovativi come zaini caratterizzati da una sacca idrica di plastica idonea a contenere bevande e dotata di un apposito tubicino da cui poter bere.