Come sono fatte le sigarette elettroniche?

Le sigarette elettroniche sono dei dispositivi elettronici che hanno lo scopo di rievocare una sensazione simile a quella del fumo della sigaretta, anche se con molti meno rischi per la salute e anche con meno danni per chi ci sta attorno. Per questo negli ultimi anni sentiamo così tanto parlare delle sigarette elettroniche e dei grandi vantaggi che comportano a chi cerca di smettere di usare sigarette o a chi cerca un modo meno dannoso per assumere nicotina.

La e-cig permette di formare un vapore caldo o freddo con o senza nicotina, per mezzo della vaporizzazione di un apposito liquido che contiene.

Esistono sigarette elettroniche che assomigliano in tutto e per tutto a quelle tradizionali, ma sono molto meno diffuse. I modelli più diffusi oggi sono i battery box.

Vediamo ora come è composta la sigaretta elettronica, se vuoi leggere ulteriori approfondimenti puoi farlo su questo sito: www.svapomagonline.it, in cui sono spiegate nel dettaglio tutte le parti della sigaretta elettronica ed il relativo funzionamento.

La e-cig è composta da un atomizzatore, che è appunto la parte che ha lo scopo di ‘atomizzare’ il liquido riducendolo in particelle, in una sorta di aerosol di fumo.

La batteria è colei che permette alla e-cig di durare nel tempo e ce ne sono di diversi tipi, a seconda anche delle esigenze di chi la usa. La batteria alimenta l’atomizzatore dotato di resistenza, il quale si scalda e vaporizza il liquido aromatico che si trova nel filtro cartuccia.

La resistenza permette di innescare l’atomizzatore e quindi il riscaldamento del liquido, producendo il vapore. Il vapore acqueo che la e-cig produce si disperde in pochi secondi e quindi è molto meno nocivo rispetto al fumo di sigaretta, in quanto non contiene catrame o altre sostanze simili.

Inoltre, alla e-cig sono connessi anche altri prodotti come il caricabatterie, dotato di cavo USB e collegabile al pc, alla rete o all’accendisigari per mezzo dell’adattatore, e che permette di ricarica ovunque si voglia la propria sigaretta elettronica.

Il liquido è detto e-liquid ed è appositamente pensato per funzionare con la sigaretta elettronica. La nicotina è presente nell’e-liquid solo occasionalmente e in quantità diverse. Esso è composto dal glicole propilenico, solvente che fa sciogliere le sostanze nei liquidi, da glicerolo vegetale, usato in sciroppi, creme, cosmesi, dall’acqua e dagli aromi alimentari, che servono per conferire al vapore un sapore di un certo tipo. Solo occasionalmente, come detto, c’è dentro anche la nicotina che comunque può essere presente in quantità diverse.

I liquidi per le e-cig vengono comprati nei negozi ma possono anche essere fatti in casa dagli utenti più esperti.