Fornetto elettrico, come pulirlo

I fornetti elettrici sono ormai entrati, di fatto e di diritto, in ogni cucina. Sono compatti e funzionali, semplici da usare e cuociono rapidamente qualsiasi pietanza, dolce o salata, come si può facilmente apprendere su questa guida, ma una volta che hanno svolto egregiamente il loro compito, vanno puliti a meno che non si abbia la fortuna di possedere un prodotto autopulente. E qui iniziano le note dolenti, anche perché molti hanno l’abitudine di trascurare questo passaggio fondamentale per la manutenzione del piccolo elettrodomestico e la sporcizia si accumula e si incrosta all’interno della camera del fornetto, complicando il lavoro. Come pulire un fornetto elettrico? Ci sono vari modi, che richiedono detergenti sia naturali che prodotti specifici a composizione chimica Ci soffermiamo sui rimedi naturali per un fornetto sempre splendente.
Per prima cosa vanno estratte le griglie. Per farlo bisogna attendere che il fornetto si sia raffreddato, mai mettersi all’opera a forno ancora caldo. Se le pareti e la base del fornetto presentano parti particolarmente ostiche da pulire per la presenza di sporco incrostato ci si deve concentrare su quello per rimuovere la patina di sporcizia, se necessario usare in questo caso un potente sgrassatore da far agire per 45 minuti, un’ora a seconda della resistenza dell’incrostazione. Si consiglia di pulire sempre il forno dopo l’uso, in modo da pulirlo facilmente con una passata di spugnetta umida, in ogni caso ecco qualche consiglio per un fornetto sempre brillante e pronto all’uso, mediante l’utilizzo di prodotti a costo zero, magari già presenti in casa. Uno dei sistemi più usati dalle nonne nella pulizia dei vecchi forni a legna è mescolare la cenere del camino all’olio d’oliva.
La cenere è un potente sgrassante naturale utilizzata anticamente anche per il bucato e si rivela efficacissima nel composto con l’olio da spalmare sulle pareti del forno, attendere qualche minuto e strofinare, per finire un bel risciacquo e il fornetto è tornato lindo e pronto all’uso. Un altro efficacissimo rimedio è il succo di limone, basta prenderne due, tagliarli a metà e passarli sullo sporco, più volte sulle incrostazioni più ostinate, dopodiché si mettono le quattro metà dei frutti in una teglia con dell’acqua a scaldare alla temperatura di 180 gradi per una ventina di minuti. Spegnere e lasciar freddare il fornetto, dopodiché passare un panno inumidito sulle pareti e lo sporco sparisce lasciando un piacevole aroma di limone. In alternativa si possono usare anche aceto e bicarbonato.