Microscopi con camere incorporate

Vi siete mai chiesti se esistono microscopi con camere digitali incorporate? La risposta è sì e vediamo quali per scoprirne le caratteristiche e le modalità d’uso. In commercio sono reperibili diversi tipi di stereomicroscopi o microscopi biologici dotati di camere digitali incorporate. Perlopiù sono provvisti di camera CCD da 752×582 che consente di produrre fotografie o filmati in digitali del campione analizzato al microscopio. Poi esistono anche modelli di fascia più alta che sono provvisti di un tipo di camera CMOS da 1,3 megapixel in grado di realizzare immagini più grandi e precise nei dettagli. Ma come è strutturato questo tipo di microscopio di nicchia? In questi particolari modelli le camere sono incluse nel software di gestione presente nel kit fornito al momento dell’acquisto.

Se si tratta di videocamere da 752×582 questo programma è sufficiente a realizzare immagini e filmati ed anche a fare eventuali variazioni o modifiche. Invece, nel caso di videocamere ad high resolution da 1,3 megapixel di solito viene fornito un altro software (Image Focus) che consente l’acquisizione di immagini con una risoluzione superiore ai 1000 pixel con possibilità di elaborare le immagini ed effettuare operazioni di vario tipo per l’ottimizzazione delle foto o dei video. Di solito, ogni fotocamera reflex o digitale è compatibile con il microscopio in oggetto, anche se può accadere che ci vogliano altri raccordi.

I modelli più avanzati sono provvisti di ‘testa trinoculare’ caratterizzata dalla presenza di due obiettivi legati da una sorta di torretta che funge da ‘ponte’ fotografico, dando la possibilità di osservare il campione e fotografarlo in simultanea, mentre nei microscopi base, più economici, si può vedere se ce n’è’ qualcuno dove poter montare dei dispositivi opzionali di adattamento intercambiabili con l’oculare.  Se si vuole un microscopio che abbia queste funzionalità è consigliabile dotarsi di uno stereomicroscopio che consente di visualizzare in 3D foto, immagini, oggetti e disegni visti da una doppia angolatura. Lo stereomicroscopio è il più adatto per l’osservazione della natura e delle sue innumerevoli branche, dalla botanica alla mineralogia, per questo è adatto anche ai bambini che vogliono scoprire i suoi segreti. Per una scelta guidata dei migliori microscopi in commercio si rimanda al sito www.microscopiomigliore.it.