Robot aspirapolvere e aspirapolvere tradizionale : il confronto.

Il robot aspirapolvere solo se messo a confronto con quello classico, si potrà capire la sua utilità per le pulizia di casa. Sul sito www.guidarobotaspirapolvere.it tante utili guide a riguardo.

L’aspirapolvere tradizionale.

L’aspirapolvere tradizionale comprende la scopa elettrica ed il modello a traino. La scopa elettrica presenta dei limiti nelle dimensioni  ma è molto maneggevole, grazie al suo ridotto peso, per questo si rivela ottima per le pulizie quotidiane non eccessivamente profonde e per gli ambienti che sono disposti su più livelli. Un aspirapolvere di tale genere potrebbe essere pure cordless, il modello maggiormente costoso, che può essere usato per massimo circa 6 oppure 7 minuti dopo esser stato ricaricato per l’intero giorno. Proprio tale limitazione ne va a consigliare l’impiego per pulire massimo due ambienti, non è consigliato per l’intera abitazione. inoltre non è idoneo per poter raggiungere superfici poste in alto e risulta essere poco potente.

L’aspirapolvere tradizionale a traino.
L’aspirapolvere classico a traino, invece, vanta un’elevata dotazione di accessori, rivelandosi dunque più indicato per profonde pulizie. Il principale difetto è quello di dover lavorare collegati ad una presa della corrente e ciò ovviamente risulta ingombrante e costringe ad avere conto della lunghezza del filo ed anche del peso se diventa necessario doverla trasportare in ambienti multilivello.

Le caratteristiche del robot scopa pavimenti.
Nel paragone con i concorrenti, il robot scopa pavimenti emerge in special modo per vari fattori:

– risparmio di tempo che consente, difatti, una casalinga potrà impiegare il tempo risparmiato in altre faccende, invece una persona che rientra in casa dopo il lavoro, potrà tramutarsi in qualche ritaglio di tempo da  dover dedicare a sè stessi, magari con la lettura di un libro, o guardando la tv.

Il robot che pulisce da solo rappresenta il massimo per quanto riguarda la semplicità d’utilizzo. Per poterlo usare non occorrono grandi accorgimenti, tutti potranno metterlo in funzione, anche se potrebbe diventare maggiormente complicato programmarlo oppure gestirlo a distanza con lo smartphone, operazione che ovviamente prevede una data dimestichezza con le recenti tecnologie.
Il robot pulisci casa è capace di arrivare in punti laddove si farebbe tanta fatica ad arrivare oppure dove proprio non si riuscirebbe a farlo, ossia gli angoli dove potrebbe essere posizionato un mobile dal fondo tanto basso. Pure sotto il letto, arrivare con un aspirapolvere classico potrebbe essere complicato e faticoso. Ecco allora perché un aspirapolvere robot a batteria potrebbe essere utilissimo e  dover giustificare magari un costo piuttosto elevato che all’atto pratico si rivelerebbe un buon investimento.